Lavoro nella subacquea da 25 anni..

 

Sono nato in una famiglia mista: mio padre è bergamasco e mia madre olandese. Ho vissuto i primi anni della mia vita in un ambiente multietnico e multiculturale grazie ai quali ho acquisito la curiosità e l’apertura mentale necessarie ad accogliere le scoperte di luoghi e stili di vita diversi. Parlo correttamente ed insegno 5 diverse lingue.

Quasi per caso mi sono imbattuto in alcuni documentari sul mondo sottomarino e ne sono rimasto affascinato a tal punto che  il mio primo investimento giovanile è stato un corso subacqueo.

Da quel momento la mia strada ha preso una direzione precisa; giovane e pieno di entusiasmo mi sono diretto in Honduras nell’isola di Util, a Panama, in Messico e Belize e in Florida per completare il mio cammino verso il corso istruttore, senza essermi fatto mancare 3 anni e mezzo di esperienza lavorativa in Centro America.

Ho iniziato a lavorare nella subacquea 25 anni fa come Istruttore PADI a Santo Domingo presso Las Terrenas e non riuscivo a credere che si potesse essere pagati per svolgere un lavoro nel quale si è costantemente a contatto con la natura, svolgendo l’attività dei propri sogni.

Nel 1993 sono rientrato in Italia e sono stato assunto da Ventadiving in occasione dell’EUDI di Verona ritrovandomi per altri 3 anni a Santo Domingo e per ulteriori 2 in Egitto a Sharm El Sheikh. Ho avuto la possibilità in questi anni di insegnare senza sosta innamorandomi sempre più del mio lavoro, arricchendo il mio bagaglio d’esperienza e passando tutto il tempo tra mare, barca e luoghi sempre meravigliosi, spesso poco conosciuti e ancora da scoprire.

Nel 1996 ho avuto l’opportunità di iniziare la carriera da manager: mi sono stati affidati due centri in Kenya di cui uno a Malindi ed uno a Watamu. Sono partito dall’Egitto pieno di sogni , sapendo che il compito sarebbe stato duro e in un ambiente ostile, seppur in un posto meraviglioso. Ho ancora vivide le immagini della savana e dei suoi animali avvolti nell’indimenticabile paradiso rappresentato da quei luoghi, i  colori rossi della terra e il profumo unico e selvatico della vegetazione.

egypt

Navigazione verso il Thistlegorm!

Conclusa positivamente l’esperienza in Kenya ho avuto la possibilità di rientrare a Sharm el Sheikh come manager del Diving Center Faarana. In due anni ho triplicato il fatturato e la forza lavoro e sono stato messo a capo di tutta la zona Egitto come Area Manager Ventadiving dei centri Reef Oasis, Faarana e Sharm Club. Da qui, nei successivi anni, sono riuscito a creare una delle più importanti operazioni diving in Egitto con 150 dipendenti di cui 37 Istruttori 3 manager, 4 responsabili amministrazione: uno staff fantastico e a disposizione nove imbarcazioni da 24 metri.

In quel periodo abbiamo certificato circa 8-9000 persone l’anno per un fatturato di 5 milioni di $. Un’esperienza colma di risultati e soddisfazioni personali. Di quel periodo ricordo anche con un piacere particolare il giorno che ogni settimana aspettavo arrivasse: quello in cui accompaganvo i clienti sul relitto del Thistlegorm. Il tragitto necessario per raggiungere il punto di immersione sul relitto mi ha regalato ogni volta 4 ore di navigazione fuori dalla gittata radio e quindi il tempo per godere indisturbato del profumo e dei colori del mare visti dall’imbarcazione.

Clicca qui per andare agli articoli di subacquea 


Lavoro nella subacquea con PADI

 

Continuando nella mia formazione nel 1999 sono diventato Course Director PADI occupandomi più da vicino della formazione dello staff tecnico e organizzando corsi Istruttori con 15-20 candidati. Due anni più tardi è arrivata una proposta che mi avrebbe  radicalmente cambiato la vita ovvero la possibilità di rientrare in Europa e di lavorare per PADI come Instructor Examiner per i territori di Spagna, Olanda, Italia, Portogallo e Belgio. Ho accettato ed iniziato a seguire la parte di marketing e la formazione professionale per i territori europei e contestualmente sono diventato  Tech Trimix Instructor Trainer per seguire lo sviluppo professionale nel ramo della subacquea tecnica.

Subacquea tecnica: impegno e formazione continua

Per 14 anni ho lavorato ininterrottamente per PADI seguendo la formazione, partecipando attivamente alle riunioni strategiche di PADI EMEA, costruendo nuovi programmi didattici, rappresentando PADI EMEA nei miei territori come Training Consultant e certificando più di 3500 Istruttori oltre a subacquei di ogni livello (ho più di 1000 certificazioni rilasciate nella subacquea tecnica e ricreativa).

 


Collaborazione con SSI

 

Nel 2014 è arrivato un altro cambio di vita: SSI (Scuba Schools International) viene acquisita dal gruppo multinazionale HTM (Head, Tirolia, Mares) in un ottica di rilancio del mercato della subacquea ed io vengo contattato ed assunto con il ruolo di Sales & Marketing Manager per l’Italia con il compito di gestire la trasformazione di SSI sul territorio implementando i nuovi sistemi didattici a supporto digitale ed inserendo la gestione di SSI Italia in un sistema informatico avanzato soggetto ai controlli tipici delle S.p.a.

ssi

Mi sono dedicato a questo progetto forte di un team di colleghi preparatissimi, supportato da un’enorme fiducia nel disegno avveniristico che mi era stato prospettato. Dopo due anni SSI ha cambiato aspetto: il mercato ha superato la diffidenza iniziale e ha reagito con entusiasmo, i fatturati ed i corsi sono aumentati sensibilmente e una serie di nuovi Trainer giovani e ambiziosi sono stati formati. Essendo però i cambiamenti il fulcro del mio lavoro e della mia vita, con immenso piacere sono tornato ad occuparmi di formazione in modo più diretto.

SSI International mi ha preparato come International Training Director facendomi lavorare alla formazione degli Instructor Trainers a livello internazionale, successivamente a questa esperienza ho scelto di continuare a investire su me stesso acquisendo il titolo in International Technical Trainer Director per potermi concentrare anche sulla formazione non solo degli Istruttori, ma anche dei Trainers Tecnici e contestualmente  ho iniziato a scrivere articoli per Mares nel blog subacqueo 

techyme

Nello stesso periodo mi sono immerso con i CCR diventando istruttore CCR Poseidon. Nel 2016 rEvo Rebreathers è stata acquisita da Mares e ho iniziato immediatamente a lavorare con questo rebreather. Ho completato tutta la formazione e dedicato due anni alle immersioni con rEvo accumulandone diverse centinaia fino a diventare Istruttore.

poseidon

Ultimamente sono molto attivo nell’insegnamento di corsi CCR rEvo (clicca qui per articoli specifici) e Tech (clicca qui per articoli specifici) ad ogni livello e negli ultimi 25 anni tutti i giorni, a livello professionale, mi sono occupato di subacquea a tempo pieno, investendo su di me ogni istante. Dedico alla subacquea 12 h al giorno perché questo è l’unico modo che conosco di lavorare e di realizzare ciò che non delinea soltanto i confini di un impiego, ma di tutta la mia vita.

clicca qui  per saperne di più

Avere la possibilità di diffondere, divulgare e ampliare le prospettive di un mondo così speciale come quello subacqueo fa si che il mio lavoro non sia mai solo un lavoro e che un punto d’arrivo non sia neanche lontanamente contemplato. Scoprire, migliorare e realizzarsi in coerenza con le proprie abilità e attitudini è il concetto alla base dell’attività che svolgo. Sono convinto che non sia un dettaglio avere la capacità di trasmettere e diffondere oltre alle competenze, l’attenzione e il rispetto per l’attività subacquea e per il meraviglioso mondo che la ospita. Il filo conduttore che unisce tutto ciò che ho fatto negli ultimi 25 anni in questo settore è racchiuso nell’idea di riuscire a far sì che  tanti altri, guardando documentari sugli abissi o osservando le onde ripiegarsi su sè stesse, si sentano attratti dal suggestivo richiamo del mare.

Clicca qui per andare agli articoli di subacquea 

 


CCR Rebreathers

 

Credo fermamente che i CCR non debbano essere per forza usati per le immersioni impegnative e profonde: le più belle che ricordo con il reb sono quelle sfruttando le incredibili prestazioni del rebreather entro i 45 mt!

Considero la subacquea tecnica una sfida stimolante che ogni subacqueo ricreativo appassionato dovrebbe iniziare ad affrontare anche solo nelle fase iniziale. Un buon corso tech anche di livello iniziale, porta l’allievo ad un enorme e stimolante salto di qualità tecnico e di conoscenza.

Penso che ci siano molti modi di insegnare ed ogni istruttore ha un suo particolare stile, vi descrivo brevemente il mio:

In ogni corso ci sono 4 diverse fasi di sviluppo: fase teorica, skill pratici, applicazione degli skill e consapevolezza situazionale. La mera applicazione degli standard di corso non basta per rendere la formazione completa: serve lo stimolo dell’istruttore nello sviluppare soluzioni ai problemi, supporto e consigli derivanti dall’esperienza. Nella mia carriera non ho mai fatto un corso uguale all’altro e la curiosità professionale ha fatto continuamente adeguare la mia tecnica d’insegnamento fino ad oggi. Penso che la creatività, la continua scoperta, l’attitudine e la voglia d’imparare siano ciò che rende l’istruttore un compagno di viaggio indimenticabile.

revo courses

Insegnando corsi rEvo CCR

Essendomi occupato di insegnamento, di gestione del personale, gestione aziendale e marketing della subacquea, da 2 anni ho creato un blog per professionisti della subacquea liberamente consultabile, nella speranza che i miei articoli possano supportare o creare confronti nella comunità subacquea. Cliccate sulla sezione SUBACQUEA e troverete ciò che ho scritto sull’argomento (ma non dimenticate la sessione eno-gastronomica dove sarò più attivo, giuro!)

Se vi interessano gli articoli e siete interessati ai corsi o alle attività che svolgo non esitate a contattarmi!

Yme Carsana

Clicca qui per andare agli articoli di subacquea 

“Inserisci la tua email qui sotto, riceverai gli articoli in tempo reale”